Funzionamento, sicurezza e analisi di monitoraggio

Questo modulo,realizzato dal Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” in collaborazione con El.En group ed esperti del settore, affronta i seguenti argomenti:

1- Principi di funzionamento e caratteristiche dei laser per i beni culturali
IIlustrando le caratteristiche dei diversi modelli utilizzati per la conservazione dei beni culturali, Laura Bartoli, esperta di riferimento nel settore e Product Specialist presso la Divisione Light For Art di El.En. group, tratterà i principi teorici sui quali si basa il funzionamento delle strumentazioni LASER. L'obiettivo è consentire ai futuri operatori di valutare, attraverso la conoscenza del funzionamento e i relativi effetti sulla materia, l’applicabilità del LASER per la pulitura delle superfici dei beni culturali.

2- La sicurezza dell'operatore e la messa in sicurezza dell'area di lavoro
Nel corso di questa seconda parte, Laura Bartoli approfondirà la normativa italiana sulla sicurezza dell’operatore dal rischio fisico e le procedure di messa in sicurezza di aree di cantieri e laboratori di restauro dove si intende utilizzare i sistemi LASER.

3- I metodi di valutazione delle superfici dopo la pulitura
In questa terza parte, Antonio Sansonetti, Senior Researcher presso Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale ISPC-CNR, illustra le principali procedure diagnostiche applicabili al monitoraggio delle opere durante la pulitura, per indagare le possibili interazioni del mezzo LASER con la materia irraggiata.

I contenuti aggiuntivi del corso propongono un contributo speciale di Lorenzo Appolonia, Dirigente Emerito analisi scientifiche, conservazione e progetti cofinanziati - Regione Valle D’Aosta e Presidente IGIIC, che ripercorre la storia dell'uso del LASER nei beni culturali.

2 ore e 20 minuti
Vedi BIO

Laura Bartoli

Nel 2002 si laurea in Fisica presso l’Università degli Studi di Firenze. Nel 2007 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze per la Conservazione dei Beni Culturali. Dal 2002 al 2010 è stata assegnista di ricerca e ricercatrice a tempo determinato presso l’Istituto di Fisica Applicata “N. Carrara” e presso l’Istituto dei Sistemi Complessi del Consiglio Nazionale delle Ricerche su progetti relativi alla conservazione e alla diagnostica dei Beni Culturali quali lo sviluppo di sistemi laser ad emissione nel vicino infrarosso con durata di impulso variabile per la pulitura dei beni culturali, e tecniche di diffrattometria neutronica per l’archeometallurgia. Da settembre 2007 a settembre 2008 ha ricoperto l’incarico di Instrument Scientist per la gestione del diffrattometro di neutroni della Stazione Sperimentale Italiana (INES) installato presso la sorgente di neutroni pulsati ISIS, Rutherford Appleton Laboratory (Chilton, Didcot, Oxfordshire, UK). Dal 2011 ad oggi ricopre il ruolo di Product Specialist presso la Divisione Light For Art di El.En. group, azienda italiana, leader nella produzione di sistemi laser. È anche un formatore accreditato sulla sicurezza laser e un tecnico sicurezza laser.
È autrice di oltre 20 pubblicazioni scientifiche sulla pulitura laser delle opere d’arte e sulla diagnostica dei beni culturali.

Vedi BIO

Antonio Sansonetti

Senior Researcher presso Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale ISPC-CNR
Presidente del Technical Commitee CEN 346 Conservation of Cultural Heritage
Laureato in Chimica presso l’Università Statale di Milano, svolge tutta la sua vita accademica in Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche che si sono occupati di applicare metodi scientifici alla Conservazione dei materiali lapidei e quindi al patrimonio costruito. Fa parte del personale docente della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio da circa 15 anni.
E’ Associate Editor della Rivista Journal of Cultural Heritage.
I suoi principali campi di ricerca riguardano i metodi di pulitura delle superfici architettoniche comprese le pitture murali. Si è occupato di pulitura con strumentazione laser e con gel naturali.
Negli ultimi 10 anni ha lavorato molto sui cicli pittorici di Leonardo e della sua bottega presenti nella citta di Milano, nel refettorio di S.Maria delle Grazie e in Sala delle Asse al Castello Sforzesco. Le ricerche condotte hanno contribuito a ricostruire le tecniche pittoriche usate e aiutato nella conservazione delle fragili pitture.
E’ autore di circa 250 pubblicazioni tra riviste scientifiche, atti di convegno nazionali ed internazionali.

Vedi BIO

Lorenzo Appolonia

Lorenzo Appolonia, laureato in chimica presso l’Università degli studi di Torino. Borsa per la formazione nel settore della diagnostica per i beni culturali presso ICR di Roma. Incarico professionale: Responsabile dell’allestimento e direzione del laboratorio di analisi scientifiche della Soprintendenza – REGIONE VALLE D’AOSTA. Professore a contratto (docente presso la sede del Museo egizio del Cairo sui temi della conservazione del legno) Professore a contratto (docente presso la scuola del restauro di Madaba in Giordania sui temi della conservazione del mosaico) – Ministero degli affari esteri. Professore a contratto per conto dell’(docente sulla conservazione dei materiali ceramici archeologici) – ICCROM, Rockfeller Museum di Gerusalemme Capo servizio del Servizio beni archeologici e diagnostica – REGIONE VALLE D’AOSTA. Direttore della Direzione tutela patrimonio culturale – REGIONE VALLE D’AOSTA. Direttore della Direzione beni culturali – REGIONE VALLE D’AOSTA. Direttore della Direzione beni archeologici e paesaggistici – REGIONE VALLE D’AOSTA. Professore a contratto – Corso di laurea in scienze e tecnologie per il restauro e per la
formazione di restauratori – Università degli studi di Torino. Dirigente della struttura Ricerca e progetti cofinanziati – REGIONE VALLE D’AOSTA. Membro Council IIC dal 2014 al 2020. Presidente Gruppo Italiano IIC (IGIIC). Coordinatore di progetti di ricerca per la predisposizione di sistemi predittivi per una diagnostica preventiva per la conservazione sui monumenti all’aperto e dipinti murali.

Requisiti

Dotazione tecnica
  • Computer o tablet
  • Connessione internet a banda larga
  • Speaker o auricolari
  • Microfono e webcam